In Europa ci sono 11 milioni di case sfitte, spesso neppure mai utilizzate, figlie del boom edilizio pre crisi; ne basterebbero la metà per dare una casa ai senza tetto dell’intero continente. Nel mondo si sprecano ogni anno circa 1,3 miliardi di tonnellate di cibo, un terzo di quello prodotto; si contano 850 milioni di persone che muoiono di fame, mentre gli obesi sono 1,3 miliardi. Le 85 persone più ricche del mondo possiedono una ricchezza pari a quella dei 3,5 miliardi di persone più povere.

ingiustizia

Sono solo alcuni esempi, i più significativi -casa, pane e soldi – delle ingiustizie in cui viviamo. E mentre dedichiamo attenzione a quelle piccole che ci attraversano al strada ogni tanto(arbitraggi sfavorevoli, vicini invadenti, code alla posta e tanto altro ancora), siamo sostanzialmente indifferenti a quelle enormi che accompagnano la nostra esistenza. Forse è perché siamo troppo affascinati dalla banalità della cronaca per accorgerci dell’enormità della storia.

O, più semplicemente, perché sprechiamo così tanta indignazione per le ingiustizie da 4 soldi da essere troppo stanchi per combattere l’ingiustizia con la i maiuscola.

Pubblicato (anche) su Giornalettismo