Il ministro Corrado Clini non disdegna nonstante ormai “in scadenza” di impartirci lezioni per contribuire alla salvaguardia dell’ambiente. Per risparmiare, ad esempio, ”ti rimetti le mutande che usi da 4 giorni”. E per l’igiene, basta “fargli prendere aria”. Perché per una mutanda in lavatrice, “servono almeno 25 litri di acqua”.

Accidenti che consiglio! Si vede che Clini è un “tecnico”, un politico non ci avrebbe mai pensato. Forse Clini scherzava: il tono era ridanciano, l’interlocutore era Luca Giurato, la trasmissione era “un giorno da pecora”. Tutto torna.

E invece, non torna: Perché cambiare i nostri comportamenti individuali che contribuiscono, e non poco agli sprechi ambientali si deve. Ma da un politico (o un tecnico politico) ci si aspetta soprattutto che operi come si deve nell’impostare e realizzare politiche.

Corrado Clini ha una marea d’incarichi nel suo curriculum vitae. Prima di fare il Ministro, è stato tra l’altro per anni direttore generale del Ministero dell’Ambiente. Ma a vedere cos’è l’Italia e come si è ridotto il suo ambiente, si può dire che l’ha lasciato davvero in mutande.

Dallo sciagurato accordo prossimo venturo tra Pd e Berlusconi forse almeno una cosa buona verrà: ci toglieranno Clini dalla vista.

Ma le mutande gliele lasceranno. Tanto le tolgono a noi.

Pubblicato (anche) su Giornalettismo

Annunci