Diciamocelo chiaro. Non si sa cosa accadrà nel variegato mondo del centrodestra italiano. Se il candidato sarà Monti. O Alfano. O Berlusconi. O il sor Capanna.. Se ci sarà un raggruppamento tra Pdl con Casini che si allarga ai “montiani” e a Montezemolo. Se ci si accorderà anche con la Lega Nord di Maroni.

Una cosa però la sappiamo di sicuro. Il raggruppamento di questi partiti sarà un’ammucchiata di gente che non la pensa in modo simile sull’Europa, sui sacrifici, sull’evasione fiscale, sulle Province, sul federalismo e su chissà cos’altro. Ma un sentire comune ce l’hanno.

Hanno sostenuto e votato (tranne Casini, che comunque votò Porcellum e Lodo Schifani, mica pizza e fichi) che Berlusconi credeva davvero che Ruby era la nipote di Mubarak.

Presidente Monti, ne stia alla larga.

Pubblicato (anche) su Giornalettismo

Annunci