I dati resi noti dal Ministero dell’Economia sulle dichiarazioni dei redditi del 2010 mostrano, tra l’altro, che un contribuente che risiede al Nord versa tasse al fisco per 410 euro, uno che risiede nel Centro ne versa 385 euro, uno che risiede al Sud ne versa appena 298. I contribuenti del Nord sono dunque più tartassati di quelli del Sud? Non proprio.

Perché – come mostra la Svimez in un suo recente rapporto – il peso delle entrate pagate sul volume del Pil, ovvero del reddito prodotto, è dell’1,74 per cento al Sud, dell’1,34 per cento nel centro e dell’1,36 per cento nel Nord.

Dunque, in assoluto i contribuenti del Nord pagano più tasse ma solo perché guadagnano di più. Ma i contribuenti del Sud sono più tartassati, perché ne pagano di più in percentuale del proprio reddito.

Se nei prossimi giorni sentiamo abbaiare esponenti della Lega Nord o qualche editorialista di grido sul fatto che nel Nord si paga di più, o si evade di meno, o altre menate, ricordiamocelo.

Pubblicato (anche) su Giornalettismo

Annunci