Ma insomma, basta! Non se ne può più con l’antipolitica, con le lamentele anti casta e via continuando! In fondo, che fanno mai, questi onorevoli? Costretti per poche migliaia di euro al mese a sorbettarsi prima le barzellette di Berlusconi, adesso le lezioncine di Monti e Fornero. E poi sono molto generosi. Per beneficenza, si sobbarcano defatiganti trasferte in giro per l’Italia per infilarsi maglietta e calzoncini, giocando per la “nazionale Parlamentari”. Qualche giorno fa, per esempio, erano a Catania, per una partita che doveva raccogliere fondi per acquistare carrozzine per disabili.

Sono partiti in 15, poverini, e per colpa di quei tirchi degli organizzatori si sono addirittura dovuti pagare il viaggio aereo a proprie spese, e meno male che i voli aerei vengono rimborsati dalla Camera! Dopo aver giocato, poveretti, si sono visti chiedere pure dei soldi per contribuire alla colletta in favore dei disabili. Che sfrontatezza, per forza che si sono rifiutati. Infine, quando sono andati al ristorante, gli hanno fatto capire che avrebbero dovuto persino pagarsi il conto. Cosa che, giustamente, si sono rifiutati di fare.

Insomma, questi poveri onorevoli sono insultati da tutti e, quando decidono di contribuire con la loro presenza ad iniziative di beneficenza, vengono bersagliati semplicemente perché dovrebbero farlo gratis, come un cittadino qualsiasi.

Sono dei poveracci, fanno pena. Facciamo una colletta per aiutarli?

Pubblicato (anche) su Giornalettismo

Annunci