Ce l’hanno tutti con Monti. Anche quelli che prima non ce l’avevano con Berlusconi. Piove? E’ colpa di Monti. Crolla la borsa? E’ colpa di Monti. La manovra correttiva affama l’Italia, aumentando oltre misura le tasse? Tutta colpa, anzi colpissima di Monti.

Un interessante studio analizza gli effetti delle manovre 2011, distinguendo gli effetti prodotti in termini di aumento di entrate e di pressione fiscale dalle manovre fatte dal governo Berlusconi e quelle compiute dal Governo Monti.

Cosa si ricava? Complessivamente le manovre valgono 81,2 miliardi di euro a regime (anno 2014), 48,3 miliardi di euro nel 2012. Di questi 81,2 miliardi, il 74% dipende da manovre del governo Berlusconi, il 26% dal governo Monti.

Per effetto di queste manovre, la pressione fiscale è aumentata nel 2012 del 2,39%. Più della metà di questo aumento dipende da decisioni del governo Berlusconi. Nel 2013 la pressione fiscale salirà del 3,1%. Più dei due terzi di tale incremento dipenderà da decisioni del governo Berlusconi. Nel 2014 la pressione fiscale aumenterà del 3,1%. Quasi quattro quinti di tali incrementi dipenderanno da scelte del governo Berlusconi.

Caro Presidente Monti, la smetta di vessare così gli italiani! Faccia come il suo predecessore, Silvio Berlusconi. Lui sì che sapeva governare! Speriamo torni presto. Assieme a Tremonti, Brunetta, Sacconi, Calderoli, Bossi.

Se continua così, è facile che succeda. Così tutto tornerà come prima, e anche le proteste cesseranno.

Pubblicato (anche) su Giornalettismo

Annunci