In mezzo a tanti momenti duri, alle preoccupazioni per il futuro lacrime e sangue che ci aspetta, ecco una buona notizia: dopo ripetuti rinvii, sembra sia in uscita l’ultima fatica canora del duo Apicella-Berlusconi.Titolo dell’album, “il vero amore”.

Un capolavoro denso di canzoni d’amore e ballate, alcune in napoletano, con un’imprevista virata sirtaki e una certa ispirazione samba. Impreziosito da un’imperdibile dedica di Mariano a Silvio.Meno male: qualche maligno cominciava a far girare la voce che questo album fosse l’ennesima promessa mancata del noto paroliere.

Invece no: il ritardo è dovuto, ha spiegato Apicella, solo a motivi tecnici, che – un po’ come i governi tecnici – risultano ad alcuni particolarmente indigesti. Sembra che ci sia stato un problema con un nuovo arrangiatore, con cui il duo Apicella-Berlusconi aveva deciso di incidere di nuovo un pezzo, “Ma se ti perdo”. Il vero amore, naturalmente, non il governo.

Non si sa chi sia questo misterioso “tecnico”, l’arrangiatore del pezzo. Qualcuno dice che si chiama Mario.

Pubblicato su Giornalettismo

Annunci