Una ricerca dell’Università di Cambridge, che mette insieme i risultati di otto studi condotti negli ultimi quattro anni, ha osservato 10.400 fra bambini e adolescenti, mettendo in relazione la qualità della vista e lo stile di vita.

In questo studio, presentato all’American Academy of Ophthalmology in corso a Orlando, si dimostra che ogni ora in più alla settimana che si passa fuori di casa, giocando, interagendo con gli altri e con il mondo, diminuisca la probabilità di diventare miopi del 2%.

Il sospetto, non nascondiamocelo, c’era. Adesso la scienza ce ne dà la conferma. I nostro occhi si concentrano sui fogli, sugli schermi dei Pc, sui dettagli. E stanno perdendo l’abitudine di fissare l’orizzonte. E il risultato è che la miopia aumenta nel mondo.

Così, a forza di stare chiusi in casa, a furia di guardare le piccole cose vicine, perdiamo la capacità di guardare lontano. Un’abitudine che, una volta persa, difficilmente si riacquista. E si vede.

PUbblicato su Giornalettismo

Annunci