Renato Brunetta vara l’operazione riscatto. Un piano per la rinascita dell’Italia illustrato ieri e prannunciato in un’intervista ad un quotidiano durante la quale ha detto anche che “per contrastare il declinismo e l’immobilismo interessati di settori industriali e bancari italiani” occorre dispensare “vitamine” sviluppiste per integrare gli “antibiotici” rigoristi già assunti dal Paese”.

Il riscatto dell’Italia lo si attende da tempo immemorabile. E’ fuori di dubbio che al Paese servano vitamine sviluppiste. E’ certo che declinismo ed immobilismo siano un danno per la nostra nazione, che non possiamo più permetterci. E’ arrivato qualcuno che finalmente lo dice, senza peli sulla lingua. Bravo!

Una sola domanda, per curiosità: che grado di parentela ha questo signore con quel Brunetta che fa il ministro, autorevole esponente di quel partito che governa l’Italia (paese immobile e in declino, a cui nessuno somministra vitamine “sviluppiste”) da oltre un decennio?

Pubblicato su Giornalettismo

Annunci