Il Consiglio dei Ministri ha varato ieri mattina il promesso ddl di soppressione delle Province. Che prevede, effettivamente, la cancellazione di questo ente dalla Costituzione. Meglio tardi che mai, giusto? Mica tanto. Leggendo il testo, il percorso da fare sembra lungo e tortuoso. Ricapitoliamo.

Prima dovrà essere approvata ed entrare in vigore la Legge costituzionale; due anni se va bene. Poi le Regioni dovranno approvare una propria Legge istitutiva di “altre forme associative per il governo di funzioni di area vasta”. Almeno un altro anno. Poi, quando scadranno i mandati elettorali delle province, esse verranno soppresse e nasceranno le altre forme associative. Altri tre o quattro anni, ad andar bene.

Dunque, il ddl prevede che tra circa 7 anni le province saranno sostituite da “altre forme associative”. Naturalmente, sempre che esso diventi Legge.

Se doveva essere uno scherzo, è più divertente – ed è tutto dire – una barzelletta di Sacconi.

Pubblicato su Giornalettismo

Annunci