Alessio, Michele, Luigi, Mario e Francesco se ne stanno seduti nel loro bar, come quando erano ragazzi. Si chiacchiera un po’ di tutto, ma da qualche tempo l’argomento preferito è prendersela con i politici. Ladri, profittatori, sanguisughe. Una casta sorda ai cambiamenti, avvinghiata ai suoi mille privilegi.

Alessio fa il farmacista, come suo padre e suo nonno. Aspetta che il figlio si laurei per lasciargli il posto. Michele lavora in un prestigioso studio legale. Ha sostituito lo zio, che poverino non ha avuto figli. Luigi è primario ospedaliero. Sta aiutando la figlia nella specializzazione. Mario è un commerciante. Passa spesso dal suo consulente fiscale, perché ha una gran paura della Finanza. Francesco è direttore di banca, ad un passo dalla pensione. Chiama spesso al cellulare il figlio, che si sta facendo le ossa nella filiale della regione vicina.

Quando sentono un politico parlare di liberalizzazioni, di evasione fiscale o altre cose così, cominciano ad alterarsi ancora di più contro quei ladri, sanguisughe, profittatori dei politici. Una casta sorda ai cambiamenti, avvinghiata ai suoi mille privilegi.

Pubblicato su Giornalettismo

Annunci