L’Italia torna nel mirino per la preoccupante situazione dei suoi conti pubblici e il ministro dell’Economia Tremonti litiga con Berlusconi e anche con il suo ex amico Bossi perché ritiene indispensabile una manovra lacrime e sangue per salvare il Paese. Nel frattempo, Italia Turismo, società di Invitalia S.p.A., agenzia di proprietà del Ministero dell’Economia, vuole acquistare 4 Club Med. Villaggi vacanza in crisi, alcuni addirittura chiusi da tempo, che la società francese cercava – senza riuscirci – di vendere, per circa 80 milioni di euro.

Nella relazione sulla gestione di Invitalia, la Corte dei Conti rileva le sue preoccupazioni per la rischiosa concentrazione delle attuali risorse di Italia Turismo su quest’unica iniziativa, sulle ottimistiche previsioni dei ritorni economici dell’operazione, sull’incremento dell’indebitamento che ne deriverà e sulla conseguente necessità per Invitalia SpA di provvedere al ripianamento di eventuali perdite connesse ai maggiori oneri finanziari.

La manovra lacrime e sangue è imminente con il suo carico di tagli agli asili nido, alla scuola, alla sanità, agli Enti Locali. Così lo Stato padrone potrà continuere allegramente ad acquistare a caro prezzo resort turistici in perdita e chissà cos’altro.

Pubblicato su Giornalettismo

Annunci