Dopo anni di abbandono delle famiglie, grazie al sottosegretario Carlo Giovanardi, le cose sono cambiate. E non a parole, ma con i fatti. Il ministro ha presentato con immensa soddisfazione i risultati del bando 2007-2009 per le politiche di conciliazione familiare, illustrando anche il nuovo bando. Secondo lui “consentirà a molti lavoratori di conciliare meglio il loro tempo di lavoro con le responsabilità familiari”, dando un grande aiuto alle famiglie e un nuovo impulso alla natalità.

Grande soddisfazione dal Vaticano e dintorni. Ecco la politica del fare. Grazie a Giovanardi avremo presto reparti di ostetricia in tilt e asili pieni? Chissà: per la centralità della famiglia, la ripresa demografica e tutti questi fantastici obiettivi vengono stanziati in tutto 15 milioni di euro ; nel 2007-2009 i fondi previsti erano 25 milioni, che hanno permesso di finanziare appena 471 progetti in favore delle aziende richiedenti.

Ora, in Italia nascono ogni anno oltre 5oo mila bambini. I residenti con meno di 6 anni sono più o meno 4 milioni. Le famiglie italiane con figli sono oltre 9 milioni, quelle con figli minori più di 5 milioni.  I progetti finanziati sono in gran parte di importi modesti, anche di 2-3 mila euro ciascuno. E’ questa la grande politica per le famiglie? O piuttosto una mancia, neppure troppo generosa?

Caro Sottosegretario, vergognarsi è d’obbligo, dimettersi è cortesia.

Pubblicato su Giornalettismo

Annunci