La Tokyo Electric Power Company, meglio conosciuta – dopo il disastro nucleare di Fukushima -come Tepco, la compagnia che gestiva la centrale giapponese, pagherà, risarcendo i 50 mila nuclei familiari evacuati dei danni causati, circa 600 milioni di euro. Insomma, si è assunta tutte le sue responsabilità. Così si fa: mica come da noi, che a pagare è sempre il solito Pantalone.

Dove trovare i soldi? La Tepco reperirà le risorse non vendendo i suoi assets; ha deciso di tagliare del 20% i salari dei suoi 32 mila dipendenti. Siccome non sarà sufficiente, l’amministratore delegato della Tepco, Masataka Shimizu, ha prontamente chiesto l’aiuto dello Stato. Ovvero, dei contribuenti giapponesi.

 

Qualcuno sa come si dice Pantalone in giapponese?
Pubblicato su Giornalettismo

Annunci