I due medici di Messina, quelli della lite in sala parto. Pensi che può succedere. A chi non capita di avere colleghi che ti stanno sulle balle? Certo, ma per un medico dovrebbe essere diverso. Ma la cosa che lascia più perplessi, non è il vergognoso litigio davanti ad una donna che sta per partorire. E neppure le disastrose conseguenze, anche perché andrà accertato che tra le due cose ci sia un nesso. Senza dimenticare che c’è un bambino la cui vita potrebbe essere stata gravemente compromessa dall’emoragia della madre.

Ma, anche ammettendo che la lite non c’entri nulla con la tragedia successiva quello che proprio non si capisce è il continuare a polemizzare tra loro, attraverso i giornali, anche adesso, a freddo.  Dopo che il fatto è accaduto. Qualunque sia la vostra responsabilità, ma non vi sembra sia il caso di tacere e di interrogarvi sulla vostra etica, sulla vostra deontologia, sulla vostra umanità?

Ippocrate si rivolterebbe nella tomba. E anche noi, pure se siamo vivi.

Buon tutto!

Annunci