Silvio Berlusconi è l’uomo che tutti accusano di dire le cose più assurde. Qualcuno ora gli ha messo in bocca parole contro Gianfranco Fini. Avrebbe detto che è un ingrato, uno che è fuori dalla linea del PdL, uno che se potesse lo farebbe dimettere dal posto che lui generosamente gli ha regalato.

Silvio smentisce con sdegno. Lo sanno tutti che lui è un uomo buono e giusto. Che non ha nessuna smania di protagonismo, che vuole lesciare generosamente il posto agli altri.

D’altronde, sono in molti ad avergli messo in bocca parole che lui non ha mai detto. E, soprattutto, pensieri che non ha mai pensato. Qualche esempio?

"Io penso solo al bene dell’Italia"
"Umberto Bossi è un uomo intelligente"
"Io sono un vero liberale e un sincero democratico"
"Una democrazia si basa su un potere esecutivo che governa, un potere legislativo che indirizza e fa le leggi, una magistratura che indaga"
"Io sono un convinto credente e sono sempre stato un buon marito"
"Dei miei interessi personali da quando sono in politica non mi sono mai curato"
"Giulio Tremonti è il miglior ministro dell’economia del mondo"
"La resistenza al nazismo e al fascismo è una cosa in cui mi riconosco e costituisce un valore fondante della Repubblica"

E se Paolo Bonaiuti smentisce, Berlusconi smentirà la smentita. O forse, l’avermo solo frainteso.

Buon tutto!

Annunci