Una cittadina di Bartow (Florida), è tormentata da qualche giorno dagli avvoltoi. A centinaia, migliaia, arrivano da ogni parte, danneggiando tetti, attaccando vetture e riempiendo la città dei loro escrementi. Gli abitanti cercano di spaventarli con getti d’acqua e rumori molesti, ma sembra che non ci sia nulla da fare. Quella cittadina dagli anni 50 è un rifugio per gli uccelli, e le leggi locali impediscono agli abitanti di reagire con efficacia: e’ vietato ucciderli, intrappolarli o anche maltrattarli. Sulle cause di questo fenomeno si accapigliano da settimane molti studiosi del comportamento animale. Nessuno è riuscito a venirne a capo. Grazie ai nostri potenti mezzi, siamo invece in grado di spiegarvelo. Il Prof. Biccio, dell’Università di Comicomix, afferma che molti studi dimostrano che gli Avvoltoi siano animali a cui piace molto la compagnia dei loro simili. Amano socializzare, fare scampagnate e intrattenersi tra loro. Ogni 2000 anni, organizzano un mega incontro in uno specifico posto, sempre diverso, comunicandosi il tempo e il luogo con il linguaggio del corpo, e usando quello straordinario sistema di comunicazione che è il passaparola. E appunto qualche settimana fa un avvoltoio che svolazzava per i tetti di Roma ha scoperto che proprio a Bartow, ridente cittadina della Florida, starebbe per svolgersi a breve un mega raduno di giornalisti. Ma non giornalisti qualsiasi. Un raduno dei giornalisti italiani impegnati nelle inchieste sui casi di Cogne, di Perugia, di Erba, di Garavina di Puglia, e anche l’ultimo, recentissimo, di Genova. Un viaggio premio, un seminario, un incontro con annessi party, che vedrà la partecipazione di tutti i principali cronisti che si sono distinti in questi anni nella descrizione minuziosa del numero di colpi inferti alle vittime, della loro direzione e intensità, della quantità e dimensione delle tracce di sangue, nell’analisi di tutti i dettagli morbosamente inessenziali di quelle terribili tragedie (cosa aveva mangiato la vittima, che tipo di biancheria intima usava, il sapone e il profumo preferiti, cosa indossava il girono della prima comunione, ecc….). Tra alcuni di quesi simpaticissimi uccelli si è sparsa la voce (probabilmente infondata) che forse verrà anche consegnato un premio, e ci sarà un Avvoltoio-party  con ricchi premi e cotillons, balli e canti (gettonatissima Dove vola l’avvoltoio, vecchia canzone popolare degli anni 50). Si berranno fiumi di coktail (naturalmente, a base di sangrilia!). Non ha trovato conferme ufficiali che siano stati invitati Bruno Vespa ed Enrico Mentana per la consegna del premio. E la fantasia ha galoppato fino al punto che alcuni Avvoltoi sostengono che i due illustri rappresentati della categoria avessero persino deciso di allestirvi una trasmissione unificata, “Porta a Matrix una porta (e sbattigliela nel muso più forte che puoi)” intitolata, appunto, "Dove vola l’avvoltoio" . Di fronte alla possibilità di incontrare dal vivo simili così illustri,  gli avvoltoi di tutto il mondo hanno rotto tutti i freni inbitori, inondando la ridente cittadina di Bartow della loro graditissima presenza. Il prof. Rosi di Comicomix, interpellato dai due illustri esponenti della categoria già menzionati, riguardo al terribile quesito "Dove vola l’avvoltoio?" pare abbia risposto: "Dove vola non lo so, ma se volete vi spiego bene a chi assomiglia". A quella risposta, Bruno e Enrico si sono allontantanti a bracetto in silenzio. E mentre in Florida si pensa a misure eccezionali per salvare i poveri abitanti inermi, speriamo che nessuno avverta i teneri uccellini che George W. Bush passa spesso da quelle parti, in visita al fratello governatore (quello che gli fece vincere le elezioni…) Altrimenti, per i cittadini ignari di Bartow, non ci sarebbe davvero più scampo.
Buon tutto!

Se questo post ti piace, lo puoi votare. Basta andare QUI e cliccare OK

Annunci