You are currently browsing the monthly archive for ottobre 2006.

Viva il progresso! Prodigi della tecnica! Da qualche giorno in molte catene di supermercati americani, i clienti in fila vedono scorrere la pubblicità sui rulli delle casse, così passano il tempo senza annoiarsi…la Envision Marketing Group ha infatti brevettato un sistema per stampare foto ad alta definizione direttamente sul nastro della cassa…è un vero peccato non conoscere l’inventore, per poterlo ringraziare di persona.

Buon tutto!
Annunci

In Italia, molto più che altrove, i figli degli avvocati fanno gli avvocati, quelli dei medici i medici, gli imprenditori lo stesso, ecc…Si chiama “immobilismo sociale”. Bella Italia, da sempre il paese delle arti e dei mestieri, delle corporazioni…tutti teniamo famiglia. Un piccolo dubbio ci assale: il figlio di un medico sarà un buon medico? E quello di un imprenditore sarà un buon imprenditore? E quello del farmacista? Chissà…Ovunque tu sia e chiunque tu sia, cosa conta: il tuo talento o il mestiere della tua mamma e di tuo papà?

Buon tutto!

Luigi Chiatti (il mostro di Foligno, quello che qualche anno fa seviziò e uccise qui in Umbria due bambini) ha usufruito della recentissima legge sull’indulto e ha ottenuto uno sconto di pena. E’ la LEGGE. Poche settimane fa, per ritrovare la piccola Maria, la bambina bielorussa in affido presso una famiglia di Genova, fu dispiegato uno stuolo di poliziotti. E’ la LEGGE. Dell’indulto hanno usufruito anche i signori ritenuti responsabili del disastro di Linate. E’ la LEGGE. Il piccolo drogato disperato va in galera più o meno come lo spacciatore. E’ la LEGGE….Ogni tanto, per favore, scrivete nelle aule del parlamento e in quelle deii tribunali la parola GIUSTIZIA.

Buon tutto!

A Perugia impazza Eurochocolate…yum! La nostra amministrazione comunale all’avanguardia ci ha dotato della carta d’identità elettronica. Ritiriamo felici allo sportello quest’oggetto e scopriamo che possiamo farci…..quasi NIENTE ! Nel mentre gironzoliamo con l’auto sparlando delle applicazioni non sempre pertinenti delle innovazioni tecnologiche, l’ennesima buca assassina per strada ferisce a morte il semiasse. Mentre sostituiamo la ruota (bucata) e ci rechiamo dal meccanico, siamo orgogliosi dei progressi della tecnologia, felici di far parte dell’era della new economy, e della quarta (quinta?) rivoluzione industriale. A scuola, intanto, si continua a utilizzare un PC del 1980. Scusate, ma ci stiamo bevendo una cioccolata per le vie del centro. (Dolcezza!!!)

Buon tutto!
P.s.: Un saluto ai nostri amici Plunk e Marzia, che ci stanno aiutando nella nostro sostegno alla ricerca per la lotta al neuroblastoma. Grazie di cuore!

Siamo costretti a sostituire in corsa lo scarabocchio già preparato perché folgorati dalla notizia del giorno, anzi del secolo: uno studio della London School of Economics stabilisce che nel 3.006 ci sarà un’unica razza, color caffelatte e alta 1,90 cm. Bello! Purtroppo, però, la cosa durerà poco e nel 100.006 (sì, sì, non un giorno prima, né un giorno dopo…precisione degli inglesi!) ci divideremo in due grandi tribù: la èlite di alti, belli, intelligenti, sani e la classe inferiore bassa, grassa, brutta, malaticcia e un po’scema. Nella attesa, per fortuna brevissima, ringraziamo chi tanto intelligentemente utilizza il proprio tempo e il denaro (altrui). Aridatece Ugo Fantozzi, per favore!

Buon tutto!

Per strada, sui giornali, in autobus, si ascoltano e leggono discorsi e lamentele su povertà, costi insostenibili della manovra economica (quest’anno, ma anche negli anni scorsi). Giusto, vero. Si vedono per strada auto lussuose. Tante. Ogni tre secondi un bambino muore nel mondo di fame. Silenzio…Bè, si è fatto tardi…vado a studiare il modo per non pagare questi 50 euro in più che i maledetti politici vogliono da me quest’anno. Oh, magari mi tocca rinunciare ad una cena in pizzeria, mica scherzi!

Buon tutto!

E’ stato assegnato il premio nobel per la pace all’economista bengalese Muhammad Yunus, che ha inventato il microcredito per i poveri..se volete saperne di più, andate al nostro blog

Grande scalpore per il servizio delle “Iene” non andato in onda sul presunto uso di droga da parte di molti parlamentari. Molto meno interesse ha suscitato il servizio delle Iene – regolarmente andato in onda – in cui molti deputati intervistati si dimenticavano (confusi dal bel sole romano?) di cosa sia il Darfur, la Consob e non rispondevano ad altre domande…l’apice è stato raggiunto però lo scorso anno, quando in un servizio simile molti deputati non seppero dire quando fu scoperta l’America o il periodo della rivoluzione francese. E così, le ottime Iene hanno forse violato la privacy (cattivi…uno schiaffo!) E così diversi nostri parlamentari sono certamente degli ignoranti (bravi…un applauso!)

Buon tutto (che tristezza)!

Questa pinup ricorda i mirabolanti personaggi della striscia più divertente del web..andate a trovarli da Plunk!

Nel Venerdì di Repubblica una lettera segnalava che le statistiche dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) indicano il suicidio come prima causa di morte per i ragazzi tra 15-25 anni. Da una parte viene una rabbia per lo sciupìo….specie a chi nella vita ha conosciuto il vero dolore. Però, poi, uno ci riflette e si chiede: cosa c’è che non va? Ma non si può far proprio nulla  per migliorare le cose del mondo? Cos’è che rende così fragili e scontenti i ragazzi di oggi? Il lettore di repubblica citava la frase del protagonista di un film non notissimo, Roger Doger: “Sono un pubblicitario, il mio mestiere è rendere infelice la gente e poi proporre il prodotto che permetta di lenire la loro infelicità”. Pensiamoci..

Buon tutto!

 

A Bruxelles, bellissima città capitale del Belgio, ci sono le istituzioni europee..Europa, un magnifico sogno di grandi uomini del passato (Adenauer, Shumann, Spinelli, De Gasperi) che i piccoli uomini di oggi (l’elenco è troppo lungo, mi emendo…) trasformano spesso in un grigio risveglio. Io, ad esempio, sono qui per lavoro: a Bruxelles in questi giorni ci sono gli Open Days, una rassegna di tutte le regioni d’europa che dovrebbero incontrarsi, discutere, scambiarsi opinioni ed esperienze di governo, per costruire meglio questa nostra casa comune…Spesso (ma, per fortuna, non sempre), assistiamo invece a parate di piccoli burocrati che ci raccontano l’aria fritta…peccato!

Per fortuna, c’è la fantastica Birra belga.

Buon tutto…e buona bevuta!

Una studiosa inglese, Any Hounbaum, del National Physical Laboratory, molto probabilmente con soldi dei contribuenti inglesi, ha effettuato una ricerca per stabilire qual è il cielo più blu del mondo. In base a complicati calcoli sugli standard colorimetrici (che parolona…wow!) ha stabilito che il cielo più blu è quello di Rio de Janeiro. Bello…Chissà quanto è costata questa ricerca? E come saranno contenti i “ninos de rua”…Come cantava qualche anno fa Rino Gaetano, il cielo è sempre più blu…

Buon tutto!

 

Regala un sorriso

Associazione per la lotta al Neuroblastoma

Scarabocchiamo anche su…

Archivi

Abbiamo vinto il z-blog awards 2007

Un sorriso lungo un anno

In ricordo di Libero 83